Associazione

Il 5 Aprile del 2006 con atto n. 48121 del repertorio n. 21340 della Raccolta rogato dal Notaio Dr Aldo Piazza si costituisce l’associazione senza scopo di lucro LA SEPARAZIONE. Essa ha la gestione del gruppo stesso e si occupa di conseguenza della sua organizzazione, della processione, della raccolta dei fondi e delle relazioni pubbliche con gli organismi preposti, per rilanciare la Settimana Santa e sostenere la spiritualità del lavoro attraverso manifestazioni religiose. Tra i suoi compiti: sorvegliare e curare la conservazione del gruppo statuario “ La Separazione ”; promuovere tutte le iniziative per riportare il gruppo agli antichi splendori, formare gruppi di studio e ricerca sulle origini del gruppo legati alla storia patria cittadina e all’artigianato locale; organizzare e coordinare la partecipazione del gruppo alla processione dei misteri di Trapani di concerto con le direttive impartite all’Unione Maestranze e curare, sollecitare e partecipare a tutte le attività culturali, religiose sociali e per migliorare le manifestazioni della settimana santa, partecipare a convegni, premi, fiere, feste, sagre e spettacoli compatibili con l’oggetto sociale. L’associazione è caratterizzata altre sì dalla democraticità della struttura, dall’elettività e gratuità delle cariche associative e dalle prestazioni fornite dagli associati e dall’obbligatorietà del bilancio. La menzionata associazione organizza senza limiti territoriali, convegni, mostre, servizi, attività culturali, sportive, ricreative e manifestazioni di ogni genere  atte a soddisfare le esigenze di conoscenza tra i soci e la cittadinanza. Cura e diffonde scambi socio culturali anche attraverso gemellaggi con altre collettività Nazionali, Europee, Comunitarie ed Extracomunitarie. Stipula convenzioni con enti pubblici e privati, costituisce organismi tecnico-economici con specifiche finalità. Redige pubblicazioni, dispense e quant’altro serva per propagandare l’attività del gruppo.  Inoltre indice e organizza feste, mostre, fiere, sagre, convegni, lotterie, sorteggi e spettacoli di ogni genere, gestisce servizi di animazione e servizi sociali per diffondere la più ampia solidarietà nei rapporti umani e istituisce altre sì progetti di studio per la ricerca delle memorie storiche e per il recupero delle antiche arti e mestieri, per la conservazione dei segreti dell’arte. Infine acquista, prende in locazione, impianti, macchine, strumenti musicali, mezzi di trasporto, attrezzature necessarie per l’arricchimento delle attività culturali, sociali e ricreative.
Acquistare, prendere in locazione o in ogni caso gestire immobili, locali o aree pubbliche o private per concerti, spettacoli, mostre, fiere e attività affini. Partecipare a convegni, premi, fiere, feste, sagre e spettacoli compatibili con l’oggetto sociale. E’ caratterizzata altresì dalla democraticità della struttura, dall’elettività e gratuità delle cariche associative e dalle prestazioni fornite dagli associati e dall’obbligatorietà del bilancio.

I soci si distinguono nelle seguenti categorie:

a) soci fondatori;
b) soci categoriali (Orefici) ;
c) soci sostenitori;
d) soci benemeriti.

Sono soci fondatori le persone fisiche che hanno sottoscritto l’atto costitutivo dell’associazione e si distinguono in soci categoriali e soci sostenitori.

Sono soci categoriali tutte le persone fisiche che appartengono alla categoria degli orefici e tutti gli esercenti le attività affini alla stessa, nonchè tutti in soggetti che purtrovandosi in uno stato pensionistico abbiano notoriamente esercitato le suddette attività.

Sono soci sostenitori le persone fisiche e giuridiche. Fra coloro che chiedono di aderire al gruppo nella qualità di soci sostenitori è stabilita la priorità per quei soggetti che notoriamente risultano essere figli di categoria degli orefici.

Sono soci benemeriti ( onorari ) le persone segnalate dal consiglio direttivo o su proposta di almeno cinque soci previa accettazione del consiglio. I soci benemeriti pur partecipando all’assemblea dei soci non hanno diritto al voto. Possono essere ammessi a soci categoriali e a soci sostenitori tutti coloro che abbiano avendo presentato domanda, purchè la stessa sia accettata dal consoglio direttivo.

L’ammissione comporta per l’ammesso l’accettazione incondizionata dello statuto, dei regolamenti, delle prescrizioni e disposizioni interne che regolano la vita dell’associazione.
Viene espressamente escluso ogni limite temporale dei soci al rapporto associativo medesimo e ai diritti che ne derivano. Lo status di socio si perde:
a) per decesso;
b) per dimissione;
c) per espulsione.
Le dimissioni vannno presentate per iscritto al consiglio direttivo.
L’espulsione viene sancita dal consiglio direttivo, in caso di trasgressione allo statuto, ai regolamenti, alle norme, alle prescrizioni o disposizioni emanate dagli organi sociali, nonché qualsiasi azione o omissione contraria alla dignità e all’interesse dell’associazione vengono rimesse al giudizio insindacabile del consiglio direttivo il quale con votazione segreta, prenderà le deliberazioni del caso.
Il socio può essere ammonito, sospeso ed escluso. Lo status di socio è intrasferibile.

Gli organi dell’associazione sono:
a) l’assemblea dei soci;
b) il consiglio direttivo;
c) il collegio dei revisori

Clicca qui per visionare lo Statuto Associativo